PROGETTO DI RAFFORZAMENTO DELL’UFFICIO UNICO “CUC”

 Prot. 17857 del 05-12-2016

 

PROGETTO DI RAFFORZAMENTO DELL’UFFICIO UNICO “CUC”, CENTRALE

UNICA DI COMMITTENZA, DI CUI ALL’ART. 33, COMMA 3 BIS, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I., DA GESTIRE IN FORMA ASSOCIATA”.

 

Come noto, l’Unione ha ottenuto un finanziamento, a valere sulla Delibera di Giunta Regionale

  1. 859 del 27-10-2015, per il Progetto di rafforzamento dell’Ufficio unico “CUC”, Centrale unica

di committenza, di cui all’art.33, comma 3 bis del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i., finalizzato all’acquisizione di lavori, beni e servizi, nell’ambito dell’Unione stessa.

Il progetto aveva come finalità l’ottimizzazione delle attività che l’Unione svolge per conto dei comuni costituenti, mediante la predisposizione di un sistema di acquisti standardizzato e soprattutto la creazione di un mercato elettronico dell’Unione.

L’obiettivo era quello di dotarsi di strumenti informatici che agevolassero gli acquisti e soprattutto di creare un mercato alternativo al MEPA (cioè il mercato elettronico per la pubblica amministrazione istituito dallo Stato), con le imprese che si possono iscrivere al mercato elettronico dell’Unione. Tale necessità deriva dall’esigenza di diminuire la “perifericità” dei nostri territori, incardinando in essi dei servizi che vanno sempre di più centralizzandosi in punti lontani dai nostri comuni, che pertanto diventano sempre più “periferia”.

Il progetto comprende una serie di attività, svolte in questi mesi, quali l’analisi e classificazione delle tipologie ricorrenti di affidamenti, lo studio di procedure di gestione per le tipologie di attività ricorrenti, lo studio di standard amministrativi afferenti le procedure di affidamento di lavori, forniture e servizi, oltre che l’acquisizione o realizzazione degli strumenti informatici di gestione degli affidamenti.

Il tutto si è concretizzato nella definizione di una piattaforma informatica per la gestione degli acquisti mediante la possibilità di realizzare gare on-line, integrata con la banca dati di gestione dell’albo dei fornitori, con gestione informatizzata degli adempimenti connessi alla verifica dei requisiti e dell’affidabilità delle ditte fornitrici.

Insieme alle procedure e strumenti per l’acquisizione è stato definito lo standard per Mercato Elettronico dell’Unione, che come si diceva in premessa, tende a far ritornare centrale il territorio dell’Unione, creando un mercato parallelo al MEPA, dove l’accreditamento dei fornitori viene effettuato dall’Unione, e pertanto tende a rispecchiare le esigenze del territorio. In questo modo oltre che avvicinare l’offerta di beni e servizi alle specifiche esigenze dei comuni, viene fornita al territorio stesso un’opportunità di crescita e sviluppo, essendo il mercato elettronico così creato, possibile fonte di acquisti anche di enti esterni all’Unione.

Allo stato attuale si è arrivati a definire il sistema informatico di gestione che di fatto costituisce il “contenitore” dei procedimenti ad esso connessi. Entro il mese di dicembre c.m. il contenitore sarà collaudato per quindi entrare in esercizio mediante l’implementazione dei dati (dei “contenuti”) per arrivare all’operatività.

L’Unione sarà a disposizione degli operatori economici e dei portatori di interesse per gestire la fase di avvio, sia direttamente che tramite la società che gestirà la piattaforma informatica.

In ogni caso saranno emanati specifici avvisi per informare sui futuri passaggi da compiere

 

IL PRESIDENTE

F.to Claudio D’Emilio

Potrebbero interessarti anche...